• RSS
  • youtube
Home  -  Economia  -  Riforma del lavoro, trovate le risorse per gli ammortizzatori sociali

Riforma del lavoro, trovate le risorse per gli ammortizzatori sociali

Oggi si apre il sesto round tra parti sociali ed Elsa Fornero, che avrebbe individuato i fondi attingendo ai risparmi che si otterranno dalla riforma delle pensioni

Riforma del lavoro, trovate le risorse per gli ammortizzatori sociali Riforma del lavoro, trovate le risorse per gli ammortizzatori sociali
Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, durante la presentazione del rapporto Ocse sull'aumento delle diseguaglianze in Italia e nel mondo a causa della crisi, oggi 24 gennaio 2012  nella sede Istat di Roma.    ANSA / ETTORE FERRARI
di Simona Santoni

Questo pomeriggio si apre il sesto round sulla riforma del mercato del lavoro , con un ennesimo tavolo tra i leader delle parti sociali ed Elsa Fornero .

Dopo il rinvio voluto dal governo per individuare risorse pubbliche aggiuntive per finanziare la riforma degli ammortizzatori, è attesa una prima risposta. E da indiscrezioni sembra che il ministro del lavoro la risposta ce l'abbia, avendo trovato i due miliardi circa necessari.

I dubbi dei sindacati sul nuovo meccanismo di ammortizzatori sociali che entrerà in vigore dal 2017 era su quali fondi ne potessero garantire l'applicazione. Il governo avrebbe ora trovato la copertura, attingendo ai risparmi che si otterranno dalla riforma delle pensioni. Originariamente destinati unicamente al risanamento, ora il Tesoro si sarebbe convinto a metterli sul tavolo.

Del resto i tempi per il varo della riforma del mercato del lavoro sono ormai strettissimi, visto che Monti ha confermato la volontà di chiudere entro il 25 marzo. Oggi la stretta su ammortizzatori sociali e contratti d'ingresso, per puntare a fissare subito le prime intese e a incassare così un via libera su gran parte dell'impianto della riforma, lasciando fuori la flessibilità in uscita, con la mina dell'articolo 18 , su cui il governo sa bene che le posizioni sono più difficili da conciliare.

Sugli ammortizzatori sociali l'obiettivo è una riforma profonda, da mettere a regime tra cinque anni. Si punta su un sistema su due pilastri, Cassa integrazione e indennità di disoccupazione. Per cancellare o dare una forte stretta alla cassa integrazione straordinaria (che per i sindacati può invece servire a difendere il rapporto diretto tra lavoratori e impresa, come accaduto con la chiusura di stabilimenti in molte crisi industriali) limitando la Cig ai casi effettivi di un possibile reinserimento effettivo in azienda.

Elsa Fornero vuole allargare le tutele a una platea di 12 milioni di lavoratori, estendendole a otto milioni di esclusi. Farlo senza tagliare le prestazioni avrebbe un costo che per imprese e sindacati va sostenuto anche con risorse pubbliche aggiuntive.

"Allargare la copertura degli ammortizzatori sociali è il nostro obiettivo ma senza risorse non è realizzabile" è del resto il mantra della leader della Cgil Susanna Camusso, che ieri in un'intervista al Corriere della Sera ha ribadito anche il suo sì alla Tav: "La nostra posizione favorevole alla Tav l'abbiamo espressa al congresso: il Paese ha un disperato bisogno di investimenti".

Su flessibilità in entrata e contratti resta fermo l'obiettivo di disboscare la giungla contrattuale per eliminare

sacche di precarietà. Con le parti non ci sono distanze sulla scelta dell'apprendistato come forma contrattuale di riferimento per l'ingresso al lavoro e del contratto di reinserimento per il reimpiego di chi perde il lavoro.

Favorevole all'utilizzo dei fondi ricavati dalla riforma delle pensioni il capogruppo Pd in commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano. "È l'occasione per attuare quella eguaglianza di trattamento tra le generazioni prevedendo di tutelare dalla disoccupazione anche chi svolge, come i giovani, un lavoro discontinuo. I risparmi realizzati sulle vecchie generazioni con la nuova riforma pensionistica possono essere in quota parte utilizzati per l'obiettivo di tutele universali. Si tratta di un nostro suggerimento al governo".

  • Vai a:
     
     
    ©RIPRODUZIONE RISERVATA
Commenti


Speciali

Speciali

Video Hot